Reality Show: un successo senza fine

DiAriana

Reality Show: un successo senza fine

Al di là di quello che si potrebbe pensare, i reality show sono nati moltissimi anni fa, quando ancora non c’era la televisione. Il programma radiofonico Queen for A Day fu trasmesso con successo per circa vent’anni su una radio e poi una TV statunitense. Nel corso delle puntate, alcune donne raccontavano le loro difficoltà, che erano principalmente di natura economica, e i problemi ad esse collegati. La donna che riusciva maggiormente a commuovere il pubblico veniva premiata con somme in denaro e altri premi, diventando così “regina per un giorno”. La parte reality di questo format consisteva nella “non scrittura” delle storie delle protagoniste, che inserivano quindi un elemento non autoriale all’interno di una trasmissione in diretta.

Nuove tendenze: la cucina protagonista in TV

Facendo un salto quantico e arrivando ai nostri giorni, troviamo i reality saldamente sul podio dei programmi più seguiti, sia durante i live che nelle relative discussioni sui social network. Quando il coinvolgimento del pubblico, a causa di una formula particolarmente apprezzata, diventa molto alto, i reality possono diventare dei veri e propri fenomeni di costume.

È il caso, questo, di MasterChef, il talent-reality che continua ad emozionare attraverso una gara tra aspiranti cuochi alle prese con ingredienti da selezionare, ricette da portare a termine in tempi brevissimi e impiattamenti degni di un ristorante stellato. Il successo di questo format non ha fatto solo aumentare l’acquolina in bocca agli spettatori, ma ha causato un incredibile boom di corsi di cucina, più o meno professionalizzanti. Molti hanno iniziato a conoscere onori e oneri del cuoco e della sua brigata proprio attraverso MasterChef. Uno degli indubbi meriti del programma è stato quello di contribuire a diffondere ricette della tradizione e la riscoperta dei sapori e piaceri della buona tavola.

Gente comune e VIP alle prese con la vita

Dal Grande Fratello all’Isola dei Famosi, fino a La Fattoria e Temptation Island, la TV ha saputo proporre gli show più diversi con un unico denominatore: la convivenza forzata di un gruppo di persone, le cui vicende e intrecci di relazioni sono seguiti da telecamere per 24 ore al giorno. Tra (qualche) spontaneità, sapienti e scaltre scelte autoriali e la voglie di mettersi in gioco dei protagonisti, viene fuori un format molto amato dal pubblico, così come dagli sponsor.

Dal reality al talent, tra giudici e debuttanti

Nato come sottocategoria dei reality, i talent di successo vedono aspiranti artisti alle prese con una giuria di esperti. Anche il voto da casa del pubblico è importante per determinare le sorti di coloro che si alternano sul palco. Tra i più noti talent, troviamo X Factor e Amici. Il primo è una gara fra team di interpreti musicali, mentre il secondo è strutturato come una vera accademia per giovani artisti.

Tra i talent che si sono fatti maggiormente apprezzare, troviamo anche l’eclettico Italia’s Got Talent e The Voice. Una menzione particolare la merita The Voice Senior, dove interpreti over si mettono in gioco in una gara che mescola abilmente i contenuti artistici con momenti più “emozionali”.

Info sull'autore

Ariana administrator

Lascia una risposta